Letture

Review: Nihal della terra del vento

Nihal della terra del vento
Nihal della terra del vento by Licia Troisi

My rating: 3 of 5 stars

È la mia prima lettura del romanzo. La storia scorre bene ma mi aspettavo qualcosa di più. Il primo romanzo è prevalentemente incentrato sulla formazione del carattere della protagonista, che per altro, a me infastidisce parecchio. Una ragazza che non accetta regole, e soprattutto consigli. La sento presuntuosa e vuole che tutto venga fatto secondo i suoi tempi. Non ha pazienza. Ma nella storia ci può stare. Sarebbe stato monotono il solito eroe che accetta il suo destino, parte e sconfigge il nemico senza mai avere dubbi. Suppongo però che la vera recensione debba essere fatta al termine della trilogia, perché se prendessi un singolo volume, questo non mi ha entusiasmato. Vedrò se al termine dell’intero arco narrativo le mie aspettative vengano soddisfatte.

View all my reviews

Letture

Review: Il profanatore di biblioteche proibite

Il profanatore di biblioteche proibite
Il profanatore di biblioteche proibite by Davide Mosca

My rating: 2 of 5 stars

Il titolo è fuorviante . È sì un romanzo che si legge velocemente, ma che non si fa alcuna menzione a biblioteche proibite di cui parla il testo. E mi domando perché sia stato scelto questo titolo. Tra l’altro non si capisce chi sia (o meglio chi fa) il profanatore, se il fantomatico Lupo, i protagonisti dal momento che si ritrovano in una tomba a scavare o altri. Verso il finale del romanzo, fatto di colpi di scena e molti anche prevedibili e che conducono in parole povere ad un niente di fatto, dal momento che nessuno si ritrova effettivamente con il vero oggetto della ricerca. Voto sufficiente e non vedo nessuna associazione a Dan Brown o Ken Follett, come si legge in quarta di copertina (dell’edizione che ho io in possesso).
View all my reviews

Letture

Review: La coscienza di Zeno di Italo Svevo

La coscienza di Zeno di Italo Svevo
La coscienza di Zeno di Italo Svevo by Giacinto Spagnoletti

My rating: 2 of 5 stars

Non mi ha fatto impazzire, anche se si nota appieno la rappresentazione dell’uomo dell’epoca (ma anche odierno a pensarci bene). Non mi piace il carattere del protagonista che crede di essere malato e non lo è. E crede di amare le persone e fare le cose nelle migliori intenzioni. Non sa prendere effettivamente una vera decisione e nonostante i “buoni propositi”, come li definisce lui, non riesce a portare a termine un compito. Se sta con la moglie cerca l’amante, e quando è dall’amante cerca la moglie. Parte con un’idea ma poi si comporta in tutt’altra maniera.
L’unica cosa che ho apprezzato del romanzo sono le ultime frasi che Zeno rivolge al dottore parlando del mondo e della malattia.
Ma non lo rileggerei una seconda volta.

La-coscienza-di-zeno

View all my reviews

Letture · Senza categoria

Review: Il leopardo

Il leopardo
Il leopardo by Jo Nesbø
My rating: 5 of 5 stars

Romanzo divorato letteralmente in 10 giorni. Meraviglioso, avvincente e ricco di colpi di scena fin dai primi capitoli. L’autore si “diverte” a far credere al lettore che si sta avvicinando alla soluzione o al colpevole dei delitti, ma all’ultimo momento ti rimescola tutte le carte in tavola. Si rimane per tutto il romanzo con il fiato sospeso costringendoti a continuare a leggere per sapere cosa accadrà. Non si riesce a staccare gli occhi dalle pagine.
Inizia subito col mostrare un delitto, ed i personaggi principali si inquadrano subito, così anche chi (come la sottoscritta) non ha seguito tutta la serie di romanzi precedenti, fin dall’inizio non si sente smarrita. Al tempo stesso facendo continui accenni ad episodi passati del protagonista, invoglia il lettore a leggere i romanzi precedenti. Cosa che farò anche io.

View all my reviews

Letture

Review: L’eretico

L'eretico
L’eretico by Carlo A. Martigli
My rating: 0 of 5 stars

È un romanzo che all’inizio si fa un po’ fatica ad inquadrare l’esatto protagonista della storia perché nel corso dei primi capitoli ne vengono presentati parecchi. Ma la sensazione svanisce subito. La storia è molto interessante ed avvincente, che in molti punti lancia delle domande. Un esempio lo si può trovare nel punto in cui uno dei protagonisti si chiede come sia possibile che della vita di Gesù si conosca solo quando nasce e il periodo che precede la morte, ma non viene narrata la sua crescita. Cosa è successo negli anni dell’adolescenza di Gesù? Il romanzo pone una sua ipotetica probabilità, che sia vera o meno non saprei dirlo. In fin dei conti è un romanzo e potrei pensare che l’intero narrato della vita di Gesù sia servito all’autore per creare una sua trama. Ma ad ogni modo è anche un romanzo in cui si incontrano molti personaggi storici realmente esistiti, come ad esempio la famiglia Borgia, alcuni esponenti della famiglia Medici. Ma si citano anche i Colonna e gli Sforza per passare da Leonardo Da Vinci, Girolamo Savonarola, Pico della Mirandola e il pirata Barbarossa. Personaggi che quando si studiano a scuola lo si fa prendendoli separatamente, al massimo c’è qualche accenno ad altri personaggi dello stesso periodo. Non si pensa mai, almeno così succedeva a me, che effettivamente tutti questi personaggi storici hanno convissuto nello stesso arco di tempo e che probabilmente possano aver interagito fra loro.
Tornando alla trama del romanzo non posso non dire che mi sia rimasto un po’ di amaro in bocca nel non sapere se il libro che Ada Ta ha messo nella tomba del papa Innocenzo che fine abbia fatto, oltre al fatto se possa essere veramente esistito. Servirebbe un approfondimento nello studio di quel periodo storico (parlo per me in questo caso). Un libro che a me è piaciuto molto, che dà molti spunti su cui riflettere.

View all my reviews

Letture

Review: Il palazzo della mezzanotte

Il palazzo della mezzanotte
Il palazzo della mezzanotte by Carlos Ruiz Zafón
My rating: 3 of 5 stars

Parte un po’ lento, tanto che giunti a metà romanzo ancora non si è delineata bene la trama . La seconda parte invece c’è molta più azione e si risolvono molti punti in sospeso della prima parte del romanzo. Il finale poi è ricco di colpi di scena.
Credo che se il romanzo fosse stato più corposo in quanto a numero di pagine, molti punti salienti della storia avrebbero avuto molto più spazio per essere approfonditi meglio. Specialmente nella parte in cui si racconta il passato del padre dei due gemelli. Per una come me a cui piacciono storie di misteri e fantasmi è un buon romanzo, ma ripeto, per me con un po’ più di pagine avrebbe ottenuto qualche stella in più.

View all my reviews

Letture

Review: La mano di Fatima

La mano di Fatima
La mano di Fatima by Ildefonso Falcones
My rating: 3 of 5 stars

Il romanzo inizia un po’ lento. Nel proseguire, però, si fa più interessante. Mi ha fatto comprendere un po’ meglio i rapporti fra le due religioni presenti nel racconto, e quanto possono essere state divise dal pregiudizio. Ogni credo è convinto dell’unicità della propria religione e fa di tutto per cercare di soppiantare l’altra. Da entrambe le parti ci sono lati positivi e negativi. Tanto che in certi punti del racconto ci si chiede dove stia la verità? Una cosa che a me non è piaciuta (ma qui si tratta di un pensiero personale) è la dovizia di particolari nel descrivere alcune scene violente e non. In quei punti tendevo a leggere di fretta per non soffermarmi troppo sulla scena. Per il resto un romanzo che consiglio, specie di questi tempi. Per l’intera trama mi sono sempre chiesta su chi fosse il vero nemico e credo che l’unica risposta possibile è: il pregiudizio.

View all my reviews

Animali · Letture

Lucia (LucyOwlArt) e Ringo

gioca-con-il-tuo-pet

Eccolo il mio ciuffo di peli scompigliati! ❤

Ringo-e-libro

Dove trovare Lucy Owl Art
Blogspot —> Lucy Owl Art – Lucia Alocchi Art
WordPress —> La mansarda di Lucy Owl Art

Perchè ‘I cento cavalieri’?

Il libro che ho scelto non fa parte dei miei preferiti, ma mi piace la citazione che contiene. La frase mi rispecchia perché facendo fumetti racconto delle storie. Al tempo stesso riguarda una parte di me che ha sempre la testa fra le nuvole e ogni volta devo ricordarmi appunto che bisogna svegliarsi ogni tanto dai sogni.

Lucia Allocchi

(vuoi partecipare anche tu? Visita Solo 1 altra riga e leggi le istruzioni!)

View original post